Diploma breve

Diploma breve

Diploma breveL’Italia si sta avviando verso il diploma breve.

Voci non confermate parlano di una imminente riforma scolastica per rendere più breve di un anno il conseguimento del diploma.

Nel nostro Paese, infatti, il percorso scolastico attualmente permette l’ingresso nel mondo del lavoro con un anno di ritardo nel resto d’Europa.

Già il ministro dell’istruzione Luigi Berlinguer aveva ipotizzato una riduzione degli anni scolastici ed ora il ministro Profumo sembra aver affidato ad un’apposita commissione l’arduo incarico di elaborare una riforma che permetta di raggiungere la maturità a 18 anni.

Certamente, rendere più breve il percorso per conseguire il diploma comporterebbe innanzi tutto un forte impatto negativo sull’impiego dei docenti, classe lavorativa già fortemente sofferente per il gran numero di precari per così dire “d’epoca” di cui è composta.

Inoltre diminuire di un anno il percorso scolastico avrebbe delle ripercussioni anche sulla qualità dello studio.

La commissione potrebbe vagliare diverse strategie, come ad esempio anticipare di un anno l’ingresso nella scuola dell’obbligo o abbreviare direttamente il percorso di studi odificando i cicli scolastici e, ovviamente, i programmi ministeriali.

Già a dicembre si dovrebbero avere notizie ufficiali, ma si dovrà aspettare ancora chissà quanto prima che si giunga ad una modifica reale e che questa venga applicata, nonostante il ministro Profumo abbia molto a cuore la soluzione al problema dello “svantaggio” in cui si trovano i giovani italiani rispetto ai loro coetanei europei.

I nostri corsi per il recupero anni scolastici, però, offrono di fatto già la possibilità di conseguire il diploma in più breve tempo, potendo pianificare  il conseguimento delle idoneità di più anni scolastici in un’unica sessione di esame.